Danza del dragone cinese a OrientiAmo Mantova

Per la prima volta a Mantova,  in occasione della manifestazione culturale OrientiAmo che si terrà sabato 11 e domenica 12 maggio in Piazza Sordello si terrà lo spettacolo dei leoni e dragoni cinesi, un grande show per grandi e piccini e completamente gratuito!

Danza Dragoni cinesi a Mantova

Danza Dragoni cinesi a Mantova

Danza cinese del leone e del drago a OrientiAmo Mantova 2013

Danza cinese del leone e del drago a OrientiAmo Mantova 2013

www.orientiamo.it

La danza del dragone rappresenta spesso nelle comunità cinesi all’estero l’evento più spettacolare dei festeggiamenti connessi al Capodanno: essi durano dal primo giorno dell’anno, seguendo il calendario luni-solare cinese, fino alla “festa delle lanterne”, quindici giorni dopo.

Il drago viene realizzato in modo da poter essere mosso da un insieme di persone, secondo movimenti coordinati che mimano quelli sinuosi dell’animale mitico e si traducono in una vera e propria “danza”; difatti nella tradizione popolare quella che viene impropriamente detta “sfilata” è in effetti una danza, in cui a movimenti rettilinei si associano percorsi circolari. Al tempo stesso la costruzione e decorazione del drago, in particolare della sua testa, rappresentano un’arte tradizionale che può raggiungere alti livelli tecnici ed estetici.

Il drago è animale mitico polimorfo, che include tutti gli altri della mitologia cinese. Fra loro vi sono nove animali tradizionali: la testa di cammello, le corna di cervo, gli occhi di coniglio, le orecchie di mucca, il corpo di coccodrillo, il ventre di rana, le scaglie di carpa, le zampe di tigre ma con gli artigli all’aquila. Talora è dotato di ali, tratte da quelle del pipistrello (animale benefico nella mitologia cinese).
In effetti, storicamente il simbolo del drago deriva probabilmente dalla rielaborazione della carpa, di cui mantiene i colori principali (oro e rosso) e le scaglie; è erroneamente associato in Occidente col serpente, mentre in Cina il serpente ha caratteristiche terapeutiche, ma al tempo stesso negative, al cui drago non vi sono associate. Il primo è associato col Cielo, il secondo con il sottosuolo.

Oltre ad essere un animale composito (con ogni componente dotata di uno specifico significato simbolico), il drago cinese tradizionalmente si vede attribuire anche la capacità della mutevolezza (e perfino dell’invisibilità, specie quando è in cielo) e dell’abitare in qualsiasi luogo; esso rappresenta quindi anche le metamorfosi tanto importanti nel sistema di pensiero taoista.

In particolare il drago è strettamente associato alla pioggia, in senso benefico (non alle alluvioni provocate da eccesso di pioggia) ed alla longevità: tradizionalmente si crede che l’uovo di drago ci metta 500 anni per schiudersi e l’animale ne impieghi 20 mila per diventare adulto. In periodi di lunga siccità si “punivano” i draghi-modello conservati nei templi, “esiliandoli” o anche distruggendoli per non aver compiuto il loro dovere.

Il drago cinese ha in sè, assieme ad elementi di potere, forza, aggressività difensiva anche elementi di bonarietà, simpatia, giocosità, che lo rapportano all’universo infantile e della festa, come appunto avviene anche in occasione del Capodanno. Nelle decorazioni cinesi i draghi non sono mai rappresentati in atteggiamento di sbranare o dilaniare.

Informazioni su elysir

www.associazionekokeshi.it
Questa voce è stata pubblicata in Cinesi, Curiosità, Eventi e serate, Manifestazioni, Mantova, OrientiAmo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...