Gruppo di Lettura sull’Oriente a Villafranca di Verona, presenta… Murakami Haruki con “La fine del mondo e il paese delle meraviglie”

Konnichiwa Giapponlovers!

Siamo lieti di ricordarvi che giovedì 21 maggio alle ore 20 presso la biblioteca di Villafranca di Verona, il gruppo di letture sull’Oriente dell’Associazione Kokeshi parlerà di Murakami Haruki con “La fine del mondo e il paese delle meraviglie” (世界の終りとハードボイルド・ワンダーランド Sekai no owari to hādoboirudo wandārando).

Romanzo del 1985, vinse il Premio Tanizaki nello stesso anno di uscita.

“In una piccola e spettrale città chiusa dentro mura che la separano dal resto del mondo, vivono abitanti privi dell’ombra e dei sentimenti, tranquilli al riparo di ogni emozione. Tra di loro, un nuovo arrivato ha il compito di leggere “i vecchi sogni” nel teschio degli unicorni, unici animali del luogo, cogliendo frammenti di memorie e di un’altra vita, di un’altra possibile dimensione. In parallelo, in un’asettica disumana e futuribile Tokyo, un uomo sarà coinvolto da uno scienziato tanto geniale quanto sconsiderato in un esperimento a rischio della vita che lo porterà a calarsi nei sottosuoli della città, in lugubri voragini animate da creature mostruose e maligne, metafore delle paure che agitano la coscienza di tutti. Ed è proprio lì, nel buio fondo della mente, che si troverà la chiave dell’enigma, la soluzione del mistero che lega i personaggi dei due mondi, che sono in realtà l’uno il riflesso dell’altro. Sarà possibile lo scambio tra le due dimensioni, il passaggio in entrambi i sensi, o il viaggio sarà senza ritorno?”

Murakami Haruki è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con “La fine del mondo e il paese delle meraviglie” Murakami ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki.

Einaudi ha pubblicato Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Underground , Tutti i figli di Dio danzano, Norwegian Wood (Tokyo Blues), L’uccello che girava le Viti del Mondo, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Kafka sulla spiaggia, After Dark, L’elefante scomparso e altri racconti, L’arte di correre, Nel segno della pecora, I salici ciechi e la donna addormentata, 1Q84 (suddiviso in Libri 1 e 2, usciti insieme nel 2011, e Libro 3, uscito nel 2012), A sud del confine, a ovest del sole (2013), Ritratti in jazz (2013, con le illustrazioni di Wada Makoto) e L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio (2014).

Fra il 2013 e il 2014 Einaudi ha pubblicato i tredici titoli della uniform edition nei Super ET, con le copertine di Noma Bar: L’arte di correre, L’elefante scomparso, L’uccello che girava le Viti del Mondo, Norwegian Wood, Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Nel segno della pecora, Kafka sulla spiaggia, I salici ciechi e la donna addormentata, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Tutti i figli di Dio danzano, After Dark e Underground.

Vi aspettiamo numerosi!

***

Murakami Haruki «The Salon Magazine», 16-12-1997

«Amo la cultura pop: i Rolling Stones, i Doors, David Lynch, questo genere di cose. Non mi piace ciò che è elitario. Amo i film del terrore, Stephen King, Raymond Chandler, e i polizieschi. Ma non è questo ciò che voglio scrivere. Quello che voglio fare è usarne le strutture, non il contenuto. Mi piace mettere i miei contenuti in queste strutture. Questa è la mia via, il mio stile. Perciò non piaccio né agli scrittori di consumo né ai letterati seri. lo sono a metà strada, e cerco di fare qualcosa di nuovo. […]

Scrivo storie strane, bizzarre. Non so perché mi piaccia tanto tutto ciò che è strano. In realtà, sono un uomo molto razionale. Non credo alla New Age, né alla reincarnazione, ai sogni, ai tarocchi, all’oroscopo. […] Ma quando scrivo, scrivo cose bizzarre. Non so perché. Piú sono serio, piú divento balzano e contorto».

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Gruppo di Lettura sull’Oriente a Villafranca di Verona, presenta… “Servire il popolo” di Yan Lianke

Konnichiwa Giapponlovers!!

Vi ricordiamo che giovedì 23 aprile presso la biblioteca di Villafranca di Verona alle ore 20, il gruppo di letture sull’Oriente dell’Associazione Kokeshi parlerà del libro “Servire il popolo” del cinese Yan Lianke.

“Servire il popolo” è un famoso slogan di Mao Tzedong che è possibile leggere ancora oggi all’ingresso del Zhongnanhai (la zona chiusa del governo di Pechino),
ma è anche il titolo di questo romanzo di Yan Lianke, una novella erotica che, con stile irriverente e beffardo, racconta la storia di un audace “servitore del popolo”.

Ventottenne ambizioso, Wu Dawang è infatti uno zelante rivoluzionario che sa recitare a memoria i 286 articoli del «libretto rosso» del Presidente Mao. Senza sapere di essere spiato con il binocolo dalla bella Liu Lian, moglie del comandante, si cimenta nel suo lavoro nell’orto, mostrando la splendida muscolatura lucida di sudore. Dopo un primo rifiuto e il rischio di essere licenziato per indisciplina, diventa l’amante della signora. Lianke descrive minuziosamente le decine di amplessi tra i due in ogni angolo della casa. Ma la signora ha ancora in serbo delle sorprese per il suo giovane amante.

Censurata dal regime come pornografia, questa storia, che utilizza alcuni dei sacri oggetti del culto maoista, è una denuncia del travisamento dei precetti rivoluzionari per scopi personali.

Una storia al limite del paradosso, dove le frasi del Presidente Mao vengono pronunciate in un contesto che le ridicolizza e le diffama.

Il libro fu pubblicato in edizione ridotta sulla rivista cinese Hua Cheng, ma fu subito ritirato dall’Ufficio Centrale di Propaganda e censurato perché accusato di diffamare l’immagine di Mao e dell’esercito e perché considerato un testo pornografico.

In realtà, in base alla nostra concezione, il testo risulta ben lontano dalla pornografia. Gli incontri erotici tra i due protagonisti vengono solo accennati e mai raccontati con volgarità. Più che di un testo pornografico è meglio parlare di un testo dissacrante l’iconografia maoista, sarcastico e beffardo dell’ideologia di partito e della sua eccessiva rigidità.

Yan Lianke (Luoyang, 1958) è uno scrittore cinese.

Noto per lo stile satirico che ha spesso causato l’imposizione di censura, anche “auto-imposta”, come lui stesso ha dichiarato, allo scopo di evitare la prima.

Ha iniziato nel 1978 e tuttavia solo nei primi anni 2000 ha cominciato a godere di visibilità internazionale – grazie soprattutto al discreto successo di Dream of Ding Village, la traduzione inglese di un suo romanzo del 2006. Già nel 2000, però, aveva vinto, in Cina, il “Premio Lu Xun” – uno dei più prestigiosi, vinto tra l’altro dall’a noi più noto Su Tong anni dopo. Nel 2004 ha poi vinto il premio alla memoria di Lao She, con il quale ha consolidato il proprio prestigio in patria. Nel 2014 il Premio Franz Kafka.

Opere nelle edizioni italiane

  • Servire il popolo, trad. di Patrizia Liberati, Torino, Einaudi, 2006
  • Il sogno del villaggio dei Ding, trad. di Lucia Regola, Roma, Nottetempo, 2011
  • Pensando a mio padre, trad. di Lucia Regola, Roma, Nottetempo, 2013

Vi aspettiamo!!!

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Gruppo di Lettura sull’Oriente a Villafranca di Verona, presenta… “Le quattro casalinghe di Tokyo” di Kirino Natsuo

Giovedì 26 marzo dalle 20, presso la biblioteca di Villafranca, il gruppo di lettura sull’Oriente organizzato dall’Associazione Kokeshi, presenta “Le quattro casalinghe di Tokyo ” di Kirino Natsuo.

“La pazienza di Yaoyoi, della dolce e graziosa Yaoyoi, si è rotta oggi improvvisamente come un filo. Nell’ingresso di casa, davanti alla faccia insopportabilmente insolente di Kenji,  il marito che ha dilapidato tutti i suoi risparmi, Yaoyoi si è tolta la cinghia dei pantaloni e l’ha stretta intorno al collo del disgraziato. Kenji ha tentato di afferrare la cintura, ma non ne ha avuto il tempo. La cinghia gli è penetrata subito nella carne.
È stato buffo vedere come il collo di Kenji si sia piegato all’indietro e le mani abbiano cominciato ad annaspare disperatamente nell’aria. Sì, buffo, veramente buffo,  poiché un uomo così, un infelice che beve e gioca, non si cura dei figli, è attratto da donne impossibili e picchia la moglie, non meritava certo di vivere!
Le gambe abbandonate storte  sul pavimento di cemento dell’ingresso, accasciato sulla soglia, la testa tutta girata, Kenji, a un certo punto, non si è mosso più. Yaoyoi gli ha messo allora una mano sul collo per sentire le pulsazioni. Niente. Sul davanti dei pantaloni ha visto una macchia bagnata. E ha riso, stupefatta della forza furiosa, della crudeltà di cui era stata capace. Ha riso anche quando Masako e Yoshie, le fedeli amiche, l’hanno aiutata trasportando il cadavere a casa di Masako, tagliandolo a pezzetti e gettando poi i resti in vari bidoni d’immondizia.
Straordinario thriller che ha per protagoniste quattro amiche (la dolce e graziosa Yayoi, l’ intelligente e coraggiosa Masako, Yoshie, la madre angariata da una figlia capricciosa e da una suocera invalida, Kuniko, la trentenne derubata dal marito e minacciata da un usuraio) che si conoscono in una puzzolente fabbrica di cibi precotti e che scoprono insieme il gusto della rivolta e il fascino e il business del crimine, Le quattro casalinghe di Tokyo, come accade spesso nei buoni romanzi polizieschi, illumina ciò che accade in un mondo in cui la tradizione si rompe come la pazienza di Yaoyoi: improvvisamente come un filo.”

Vi aspettiamo numerosi!!!

Kirino Natsuo, nome d’arte di Mariko Hashioka (桐野夏生; Kanazawa, 7 ottobre 1951), è una scrittrice giapponese, nota soprattutto come autrice di romanzi gialli.

Ha debuttato nel 1993 con il romanzo Pioggia sul viso, con il quale ha vinto il premio Edogawa Rampo.

Nel 1997 ha vinto il Grand Prix for Crime Fiction per il romanzo Le quattro casalinghe di Tokyo ( アウト Out), la cui versione in inglese è arrivata in finale all’Edgar Award nel 2004.

Nel 1999 ha vinto il Premio Naoki per il romanzo Morbide guance (Yawarakana hoho), e nel 2008, L’isola dei naufraghi si è aggiudicato il Premio Tanizaki.

Romanzi:

  • Pioggia sul viso (顔に降りかかる雨 Kao ni Furikakaru Ame, 1993) – trad. Gianluca Coci, Neri Pozza, 2015 ISBN 978-88-545-0910-8
  • Tenshi ni misuterareta yoru (天使に見捨てられた夜, 1994)
  • Le quattro casalinghe di Tokyo (OUT アウト, 1997), – trad. Lydia Origlia, Neri Pozza, 2003 ISBN 88-7305-817-5
  • Mizu no nemuri hai no yume (水の眠り灰の夢, 1998)
  • Faiaboro burusu (ファイアボール・ブルース―逃亡, 1998)
  • Morbide guance (柔らかな頬 Yawarakana hoho, 1999) – trad. Antonietta Pastore, Neri Pozza, 2004 ISBN 88-7305-987-2
  • Kogen (光源, 2000)
  • Gyokuran (玉蘭, 2001)
  • Dâku (ダーク, 2002)
  • Grotesque (グロテスク Gurotesuku, 2003) – trad. Gianluca Coci, Neri Pozza, 2008 ISBN 978-88-545-0248-2
  • Real World (リアルワールド Riaru warudo, 2003) – trad. Gianluca Coci, Neri Pozza, 2009 ISBN 978-88-545-0353-3
  • Una storia crudele (残虐記 Zangyakuki, 2004) – trad. Gianluca Coci, Giano/Neri Pozza, 2011 ISBN 978-88-625-1111-7
  • I’m sorry, mama (2004)
  • Tamamoe! (魂萌え!, 2005)
  • Boken no kuni (冒険の国, 2005)
  • Metabora (メタボラ, 2007)
  • L’isola dei naufraghi (東京島 Tokyojima, 2008) – trad. Gianluca Coci, Giano/Neri Pozza, 2010 ISBN 978-88-6251-080-6
  • Joshinki (女神記, 2008)
  • IN (イン, 2009)
  • Nanikaaru (ナニカアル, 2010)
  • Yasashii otona (優しいおとな, 2010)
  • Poriticon (ポリティコン, 2011)
  • Midori no doku (緑の毒, 2011)
Pubblicato in Eventi e serate | Lascia un commento

VIAGGIARE IN #GIAPPONE: I NUOVI TOUR 2015 di Associazione Kokeshi!

tour-giappone-ciliegi-geisha-kimono-2015

Pubblicati i nuovi viaggi per scoprire le meraviglie #giapponesi, tante proposte e tante nuove destinazioni!
Primavera 2015: TOUR “CILIEGI, #GEISHA E #KIMONO”
Luglio 2015: TOUR “I GRANDI FESTIVAL GIAPPONESI: #MATSURI”
Agosto 2015: TOUR “MERAVIGLIE #GIAPPONESI”
Agosto 2015: #TOUR “JAPAN ADVENTURE: IL MONTE #FUJI”
SCOPRI I DETTAGLI SU: http://www.associazionekokeshi.it/viaggi-low-cost/giappone

 

Pubblicato in Giappone, Giappone, Himeji, hiroshima - Hiroshima-shi - 広島市, Kamakura - Kamakura - 鎌倉, Kyoto - Kyōto-shi - 京都市, Monte Fuji - Fuji-san - 富士山, Nara - Nara - 奈良市, Osaka, Tokyo - Tōkyō - 東京, Viaggio, Yokohama | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

BUS #LUCCA COMICS DA #VERONA E #MANTOVA

Cosplay, amanti di manga e anime uniamoci: ANDIAMO TUTTI INSIEME A LUCCA COMICS!!!
Per il terzo anno consecutivo organizziamo il BUS PER LUCCA COMICS, quest’anno con una grande novità: oltre alla tradizionale partenza da MANTOVA anche da VERONA, per tutti i nostri fedelissimi GiappoLovers che seguono sempre ogni nostra iniziativa.

BUS LUCCA COMICS DA MANTOVA E VERONA

DOMENICA 2 NOVEMBRE
VERONA – LUCCA COMICS 2014, partenza dal parcheggio Stazione Porta Nuova
MANTOVA – LUCCA COMICS 2014, partenza da Piazzale Stadio Martelli

QUOTE PER PERSONA, BUS + BIGLIETTO LUCCA COMICS 2014: tesserati AssKokeshi 45.00 € | non tesserati 48.00 €
QUOTE PER PERSONA, BUS SOLO ANDATA oppure SOLO RITORNO: tesserati AssKokeshi 20.00 € | non tesserati 25.00 €

COME ISCRIVERSI AL BUS VERONA – LUCCA COMICS / MANTOVA – LUCCA COMICS 
1 – invia una mail a associazionekokeshi@gmail.com con: nome e cognome intestatario biglietti + numero di partecipanti + email + cellulare + partenza da Mantova o Verona e attendi la conferma che i posti siano disponibili
2 – effettua il bonifico bancario intestato a Associazione Kokeshi, Iban IT84 Z 0520 4576 1000 0000 000 176 con causale: “lucca comics – nome+cognome – numero totale di partecipanti”.
3 – Dopo aver effettuato il bonifico per l’intero ammontare della/e quota/e, invia la ricevuta per mail ad associazionekokeshi@gmail.com oppure tramite fax allo 0376.288805.
4 – Riceverai la conferma di prenotazione effettuata

Esempio:
Partecipanti: Elisa Rossi, Tania Bianchi, Andrea Verdi, che partono da Verona.
1 – Testo mail: Elisa Rossi x 3, elisa@voglioandarealuccacomics.com, 393.3333333, Verona
2 – siamo tesserati AssKokeshi: bonifico di 135,00 € (45,00 € x 3 adulti) – non siamo tesserati AssKokeshi: bonifico di 144,00 € (48,00 € x 3 adulti)
3 – invio la ricevuta per mail o per fax
4 – prenotazione avvenuta!! ^_^

Info prenotazioni: associazionekokeshi@gmail.com – Elisa さん 393.3606387

AVVISO: In caso di mancata presenza o ritardo il giorno del ritrovo, la quota non sarà restituita.
La quota sarà restituita del 50% solamente in caso di rinuncia da parte dell’iscritto se comunicato tramite mail o fax entro i 7 giorni antecedenti il giorno di partenza.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Corsi lingua giapponese a Villafranca di Verona

Konnichiwa Giappolovers!
Vi ricordiamo che ricominciano i corsi di lingua giapponese..
Dove?
Presso la SEDE DI VILLAFRANCA DI VERONA si terrà la presentazione del  corso:
MARTEDI’ 23 SETTEMBRE ORE 18.30 PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE (a fianco del Castello Scaligero)

ISCRIZIONI: a partire da ottobre contattando l’Università del Tempo Libero di Villafranca (info: Tel. 0456302774 – utl.cev@gruppocercate.it)
INIZIO CORSI:
   Livello base: ogni lunedì dalle 20.00 alle 22.00 da LUNEDI’ 03 NOVEMBRE 2014
   Livello 2: ogni martedì dalle 20.00 alle 22.00 da MARTEDI’ 20 OTTOBRE 2014

Vi aspettiamo numerosi!

Pubblicato in Corsi, seminari e lezioni | Lascia un commento

HIROSHIGE. Da Edo a Kyoto: vedute celebri del Giappone. La collezione del Museo d’Arte Orientale di Venezia

Konbanwa GiappoLovers!

Oggi vi vogliamo segnalare una mostra che inizierà il 20 settembre 2014 (e terminerà l’11 gennaio 2015) presso il Museo di Palazzo Grimani a Santa Maria Formosa, nella quale viene presentato l’intero corpus di xilografie policrome di uno dei più conosciuti artisti giapponesi, Utagawa Hiroshige (1797-1858), prezioso materiale conservato presso il Museo d’Arte Orientale di Venezia.

Potete consultare i dettagli al sito

http://www.polomuseale.venezia.beniculturali.it/eventi-e-mostre/?p=4646

Vi ricordiamo che a Venezia presso Ca’ Pesaro è ospitata sia la Galleria Internazionale di Arte Moderna che il Museo di Arte Orientale.

http://capesaro.visitmuve.it/

Pubblicato in Giappone, Mostre | Contrassegnato , | Lascia un commento